Condividi su: Facebook Twitter Linkedin

Idratazione corretta nello sportivo

LA CORRETTA IDRATAZIONE NELL’ATTIVITA’ SPORTIVA.

Gli atleti che hanno introdotto nel loro stile di vita e nell’allenamento l’acqua alcalina ionizzata, hanno ottenuto miglioramenti sorprendenti nelle prestazioni.

Numerosi sono gli effetti benefici che l’acqua alcalina ionizzata espleta per il movimento muscolare e per la flessibilità articolare. Ogni respiro che facciamo e ogni volta che un muscolo si contrae, vengono prodotti acidi metabolici, come l'acido lattico e piruvico. La presenza di questi acidi crea una sensazione di bruciore nel muscolo, affaticamento e debolezza muscolare. Questo impedisce un'ulteriore attività del muscolo fino a che non si rispetti il periodo di recupero.
Più acqua hanno a disposizione i tessuti, più facile è che questi acidi vengano rimossi dai tessuti, compreso quello muscolare. Questo può accelerare i tempi di recupero e ridurre l’accumulo degli acidi residui riducendo la possibilità di eventuali lesioni. Gli atleti e i personal trainer correttamente informati, sanno che piccole variazioni di pH tissutale possono influire di molto sulle prestazioni, dal momento che i muscoli lavorano meglio in una fascia ristretta di variazione di Ph, cioè quando questo è modulato da un corretto apporto di sostanze e molecole che non interferiscono sul suo scompenso (di solito verso l’acidità, per opera ad esempio di elevate concentrazioni zuccherine derivanti dal consumo eccessivo di cibi ad alto tasso glicemico, bevande zuccherine etc.).
Per questo motivo quando le concentrazioni di metaboliti diminuiscono il pH, si ha una diminuzione della funzionalità del muscolo con una conseguente riduzione della produzione di ATP. Quindi più è alta l'acidità nei muscoli meno possibilità hanno questi di contrarsi correttamente.

E’ importante sapere, che anche se un atleta si definisce “in forma”, non significa che sia anche sano, infatti, molti atleti soffrono di infiammazioni recidivanti, disturbi dell’umore dovuti anche al mancato smaltimento di sostanze acide che compromettono anche il benessere fisiologico a livello intestinale con una relativa situazione di impoverimento della flora batterica difensiva.
L'elevato livello di acidi metabolici cronici presenti nel tessuto muscolare possono essere un fattore predisponente nella manifestazione di svariate problematiche sia metaboliche che funzionali. L’assunzione di Acqua Alcalina ionizzata, supportata da una corretta ed equilibrata alimentazione, è la risposta più idonea alle esigenze di un atleta. Aumentando l'alcalinità e la riduzione dei sottoprodotti di scarto metabolici (acidi), i sistemi tampone del corpo possono lavorare in modo più efficiente ed efficace.
Bisognerebbe allontanarsi da cibi con un elevato contenuto di proteine animali, carboidrati raffinati, barrette dietetiche, soft drink (fortemente acidificanti dato l’alto contenuto di zucchero e anidride carbonica) ecc. e tornare a inserire nella dieta molti vegetali, frutta, cereali integrali e frutta secca. Questo tipo di cambiamento alimentare può veramente modificare in meglio la vita di un atleta, in tutti i sensi.

La maggior idratazione, è una delle caratteristiche principali dell’acqua alcalina ionizzata, una conseguente garanzia di performance migliori. Le informazioni di segnale relative all’inizio degli esercizi atletici diventano fulminei, molto più ossigeno arriva alle cellule e l'acidità imprigionata nelle cellule adipose viene facilmente rimossa. I soft drink che molti atleti usano, convinti (erroneamente) di idratare e rimineralizzare correttamente il proprio organismo, sono invece sostanze estremamente acide (prelevano ad esempio il fosfato calcico dalle ossa, dalle cartilagini e dai tessuti, compreso quello muscolare) privano il corpo di sali minerali alcalinizzanti utilissimi per il mantenimento dell’omeostasi cellulare.
L'acqua alcalina ionizzata viene assorbita dai tessuti molto più velocemente di qualsiasi altro tipo di acqua o liquido pseudo idratante e tutti i minerali indispensabili all’equilibrio metabolico e cellulare sono presenti in una forma altamente assimilabile.
Bere acqua alcalina ionizzata è uno dei pilastri tra la salute e le prestazioni sportive.

IL FENOMENO DELL’ELETTROLISI
I benefici dell'acqua alcalina ionizzata creata attraverso l'elettrolisi, sono importanti per la capacità di alzare delicatamente il pH delle cellule e dei tessuti del corpo e neutralizzare gli acidi. Poiché l'acqua alcalina ha guadagnato un notevole numero di elettroni grazie al processo di elettrolisi, è in grado di donare questi elettroni ai radicali liberi dell'ossigeno attivo del corpo, diventando così un super-anti-ossidante. Donando i suoi elettroni liberi in eccesso, l'acqua alcalina è in grado di bloccare l'ossidazione dei tessuti normali da parte dei radicali liberi dell'ossigeno.
Un altro vantaggio significativo del processo di elettrolisi è che la dimensione dei cluster dell'acqua alcalina risultano essere ridotti di circa il 50% dalla dimensione di quelli non ionizzati.
Questo permette all'acqua ionizzata alcalina di essere molto più facilmente assorbita dal corpo, aumentando così la sua capacità idratante oltre a quella di alcalinizzare tutte le cellule e i tessuti del corpo.
La maggior parte degli atleti, non consumano abbastanza alimenti alcalini ricchi di minerali come noci, frutta e verdura. Le loro diete contengono elevate quantità di alimenti acidificanti, come carne, pesce, uova, pollame, e latticini.

A causa di questo squilibrio nella dieta, gli atleti possono essere a rischio di acidosi, fenomeno che compromette la salute e le performance sportive.
Dal momento che una corretta idratazione è anche un fattore chiave per prevenire l'affaticamento dovuto all’accumulo di acido lattico, consumando acqua alcalina ionizzata prima e dopo l'esercizio fisico, si potrà ottenere un validissimo aiuto nello smaltimento dei cataboliti di scarto.
Oltre a compromettere la performance, la disidratazione può portare a crampi muscolari, stanchezza generale e ad una mancanza di coordinamento.
Un atleta che è adeguatamente e correttamente idratato avrà sempre un rendimento migliore ed una salute manifesta nel vero senso “olistico”.

Dr. Giuseppe Gianfrancesco ND Ph.D
Naturopatich Research Medicine (USA)